a cura di Michela Zizza

img_6210

Adulti e bambini consumano il doppio della quantità massima raccomandata di zuccheri. In particolare, gli adolescenti, dagli 11 ai 18 anni di età, assumono zuccheri tre volte il limite consigliato tramite cibo e bevande zuccherate, queste ultime appaiono come la loro principale fonte di zuccheri aggiunti.

Secondo i nuovi dati, resi noti dal National Diet and Nutrition Survey, i bambini e gli adolescenti consumano, nell’arco di un anno, una quantità di zucchero pari ad “una vasca da bagno”, dunque kg e kg di zucchero che, depositandosi, è causa di obesità. I bambini obesi hanno cinque volte più probabilità di trasformarsi in adulti obesi, in tal modo aumenta per loro il rischio di ammalarsi di cancro e di altre patologie.

Un recente rapporto del Cancer Research UK, ha dimostrato che aumentando la tassa per lo zucchero aggiunto nelle bevande si potrebbero prevenire 3,7 milioni di casi di obesità nel prossimo decennio. La tassa potrebbe essere un incentivo per le grosse aziende per la diminuzione degli zuccheri; se questo venisse accoppiato con il piano del governo, per ridurre lo zucchero negli alimenti trasformati, si potrebbe assistere ad un miglioramento concreto sulla nostra alimentazione.

Bibliografia

Report of Cancer Research UK

National Diet and Nutrition Survey