a cura di Michela Zizza

11665658_10207276505493508_7642008803113575868_n

Un nuovo rapporto, pubblicato nel numero di Luglio 2015, di The FASEB Journal descrive i risultati di un piccolo studio in cui le persone affette da Alzheimer con compromissione clinica lieve, come quelle nelle primissime fasi della malattia, hanno avuto una riduzione dell’infiammazione nei tessuti neurologici a seguito di un consumo assiduo di supplementi di antiossidanti e Omega-3. “Conosciamo da molto tempo l’efficacia degli acidi grassi Omega-3 e alcuni antiossidanti, utili come protezione per le persone sane e per pazienti affetti da una vasta gamma di problemi di salute “, ha detto Gerald Weissmann, Editor-in- The FASEB Journal. Attraverso questo studio clinico, sono stati riscontrati effetti aggiuntivi che possono estendersi anche all’Alzheimer.

Bibliografia

The FASEB Journal