Nutrizione bioattiva


Il benessere (da ben – essere = “stare bene” o “esistere bene”) è uno stato che coinvolge tutti gli aspetti dell’essere umano, e caratterizza la qualità della vita di ogni singola persona.
Il concetto di benessere nel corso degli anni ha subito numerose modifiche e ampliamenti, che hanno condotto ad una visione del termine più ampia e completa, non più incentrata sull’idea di assenza di patlogie, ma come uno stato complessivo di buona salute fisica, psichica e mentale.
Secondo una visione più ampia, il Benessere Alimentare si consegue rispettando l’interazione tra sicurezza-qualità-tipicità dei prodotti.

La salute vien mangiando!

Gran parte del nostro benessere dipende dalla cura che ci prendiamo di noi stessi. E’ infatti sufficiente seguire poche e semplici regole per sentirsi sempre in forma, mantenere la linea, conservare al meglio la pelle, le ossa e le funzioni dell’organismo.

La salute si conquista e si conserva soprattutto a tavola, imparando sin da bambini le regole del mangiare sano: una corretta alimentazione è una buona abitudine che aiuta a mantenerci sani durante le diverse tappe della vita, dall’infanzia all’anzianità.

Nonostante il concetto sembri essere semplice e lineare, non lo è altrettanto mettere in atto quanto detto; questo perchè nel pensare comune, si attribuisce alla parola “dieta” un significato negativo, legato all’idea di dover limitare l’assunzione di cibo rinunciando così ai piaceri della tavola.

Dieta” (dal greco “diaita”) invece, significa “stile di vita”. Seguire una dieta quindi non significa sacrificarsi qualche tempo per perdere i chili di troppo o per riportare nella norma valori alterati dei nostri esami del sangue, per poi tornare a mangiare in modo scorretto ma, significa conquistare ed interiorizzare alcune abitudini alimentari che possano condurci, col tempo, ad una condizione di maggiore benessere.

Alimentarsi correttamente significa anche acquistare frutta e verdure di stagione. Anticamente quando non c’era il mercato attuale ci si cibava di quello che la natura offriva in quel momento e probabilmente ci si ammalava anche meno perchè il Creato ci da quello che è necessario per aiutarci a mantenere sani in ogni stagione . Oggi, nei supermercati e nei fruttivendoli , troviamo di tutto e di più e lo consumiamo praticamente tutto l’anno. Invece il consumare frutta e verdura nel momento in cui sono maturi ,naturalmente, risulta oltre che più sano anche più economico e questo ci consente quindi di risparmiare sulla spesa quotidiana.
Soprattutto per i prodotti che si consumano con maggior frequenza, è importante cercare le massime garanzie di sicurezza. Non c’è dubbio che, da questo punto di vista, i prodotti di coltivazione biologica siano più garantiti rispetto a quelli coltivati nel modo convenzionale.

L’agricoltura biologica, infatti, esclude l’utilizzo di antiparassitari, fertilizzanti e pesticidi di sintesi, col risultato che i prodotti bio sono sicuramente esenti dal rischio di residui chimici.

Ma perché, viene da chiedersi, gli ortaggi e la frutta sono così importanti? I motivi sono diversi e vale la pena di considerarli separatamente.

5 motivi per mangiare la verdura…

Ricche di acqua, vitamine e sali minerali, i prodotti dell’orto danno pochissime calorie, forniscono un’ottima quantità di fi bra e non contengono praticamente grassi. Grazie a questa particolare composizione, un consumo abbondante di verdura determina diversi effetti positivi sulla salute.

  • Poveri di calorie e sazianti come sono, gli ortaggi rendono più facile tenere sotto controllo il peso corporeo, con una diminuzione dei rischi di ipertensione, diabete e infarto che si associano al sovrappeso e all’obesità (non per nulla trovano ampio spa zio anche nelle diete dimagranti).
  • Grazie all’elevata presenza di fibra combattono la stitichezza, prevengono alcune malattie dell’intestino, come la diverticolosi, e rallentano l’assorbimento di grassi e
  • Ricchi di vitamine A, E, C contrastano i famigerati radicali liberi, riducendo i danni   che produono a carico dei tessuti.
  •  Molti ortaggi contengono specifi ci fattori protettivi fitochimici, ad azione antitumorale. In particolare, gli alimenti anticancro per eccellenza sono cavoli, broccoli e cavolini di Bruxelles, che sembrano offrire protezione contro i tumorial colon, al retto, allo   stomaco e anche al polmone.
  • Grazie all’alto contenuto di acqua e sali minerali aiutano a reidratare l’organismo e a mantenerne l’equilibrio salino, in particolare nei periodi caldi, quando si suda di più.

5 motivi per mangiare la frutta…

Quanto a virtù salutari, la frutta non ha nulla da invidiare alla verdura, al punto che la raccomandazione di mangiarne di più è presente anche nel decalogo stilato dalla UE per prevenire i tumori e altre “malattie del benessere”. Anche per la frutta, i motivi per cui è importante consumarla sono diversi.

  • Come la verdura, contiene molta acqua, sazia e dà poche calorie, grazie anche alla buona presenza di fi bra e allo scarsissimo contenuto di grassi.
  • Fornisce zuccheri semplici, molto veloci da assimilare e da utilizzare per la produzione di energia. Il fruttosio poi, il tipico zucchero della frutta, può essere consumato (con cautela) anche dai diabetici.
  • È ricca di vitamine e di antiossidanti, utilissimi all’organismo per il loro ruolo protettivo. Due vitamine, in particolare, meritano maggiore attenzione: la vitamina C,   consigliata anche per la semplice prevenzione dell’infl uenza e del raffreddore, e la vitamina A (in forma di beta carotene), protettrice della vista, delle mucose e della pelle.
  • Aiuta a mantenere il giusto equilibrio acido-base del sangue. Mentre gli alimenti animali tendono a far aumentare l’acidità, la frutta contribuisce a neutralizzarla. Paradossalmente, sono proprio le sostanze acide che contiene (come l’acido ascorbico e l’acido malico) a conferirle questa capacità; si tratta infatti di acidi deboli che nell’organismo si trasformano in sali con effetto antiacido.
  • È povera di sodio e ricca di potassio, che esercita un ruolo importante nel mantenere la giusta pressione del sangue ed è fondamentale per il buon funzionamento del cuore e dei muscoli.

Le proprietà salutistiche sono dovute al contenuto di acqua, vitamine, sali minerali, zuccheri, fibre e composti chiamati phytochemicals ; tali sostanze, conferiscono agli ortaggi e alla frutta il proprio colore e sono importanti per l’azione protettiva nei confronti degli apparati e dei sistemi del corpo umano.

Ogni frutto e ortaggio, possiede una certa composizione caratteristica, per questo motivo i nutrizionisti consigliano di mangiarne quante più varietà possibili, in modo che l’organismo assimili il giusto mix di sostanze fondamentali per soddisfare tutte le sue necessità: bisognerebbe quindi mangiare ogni giorno diversi tipi di frutta e verdura, in modo da ingerire la corretta quantità di fibra e phytochemicals.

Ecco allora che nella dieta subentrano i colori!

Mangiarne di tutti i colori

È assodato, infatti, che al diverso colore di frutti e ortaggi si associa la presenza di differenti fattori protettivi.

Il bel colore verde acceso delle verdure a foglia è legato alla presenza di clorofilla, preziosa per la sua importante funzione antianemica e tonificante del cuore.

Il bianco è invece associato ad un alto contenuto di vitamina C che si trova in frutti come banana, mela e pera bianca, uva bianca, o in verdure come per esempio cetrioli, cipolla, cavolfiore e finocchi,il cui consumo agisce positivamente anche sulla prevenzione di diverse forme tumorali.

Il rosso dei pomodori e dell’anguria è legato al loro contenuto di licopene, un pigmento dal forte potere antiossidante, utile per difenderci dai danni dei radicali liberi.

Il viola dei mirtilli, dell’uva rossa, delle ciliegie e delle melanzane è tipico degli antociani, pigmenti che hanno la proprietà di rinforzare e rendere più elastiche le pareti dei capillari e sono quindi alleati di una migliore circolazione sanguigna e preziosi per favorire la prevenzione delle malattie cardiocircolatorie.

Il giallo del mais dolce e di alcune varietà di zucchine indica la presenza di luteina e zeaxantina, sostanze ad azione antiossidante che sembrano essere efficaci anche per proteggere l’occhio da alcune malattie degenerative.

Pertanto, alimentarsi nelle giuste proporzioni e rappresentare ogni giorno nel piatto uno o più colori fin dalla tenera età, ci aiuta a vivere in salute e prevenire disturbi futuri.

Quindi, per assicurare al proprio organismo un rilevante apporto di elementi ad alto valore nutritivo, è opportuno un consumo quotidiano e variato di verdure (crude o cotte) e frutta che consentono, anche, di limitare la qualità delle calorie ingerite, grazie all’elevato potere saziante e al ridotto contenuto di grassi.

Seguire una dieta è prendersi cura di noi stessi: facciamolo nel migliore dei modi.